di Manuel Cristofaro

 Tutti prima o poi sentiamo il richiamo del mondo. Partire per un viaggio che ci faccia dimenticare tutto e tutti, senza aspettative né mete. Un unico scopo. PARTIRE!

Ecco perché farlo:

1)DIVERTIMENTO ASSICURATO

Se decidi di partire per un viaggio all’avventura, dove la tua casa è un furgoncino 9 posti, pieno come un uovo, che quando guardi lo specchietto al posto di vedere le macchine vedi un Monte Bianco fatto di valigie, zaini, vettovaglie e quant’altro, stai pur certo che qualcosa l’hai dimenticata a casa: la noia. Come il cervello del resto. Aggiungici una manciata di ventenni pazzi quanto te, se non di più, e la frittata è fatta.

Spain_-9

2)IMPREVISTO ASSICURATO 

Sì, perché se alla guida per 12 giorni ci sono 5 neopatentati, che messi insieme hanno un chilometraggio decisamente inferiore a quello previsto per tutta la vacanza, la possibilità di imprevisto è elevata. Ecco, sarebbe meglio evitarlo dopo soli 600km, visto che ne hai altri 5400 da fare. Avvisare, almeno, il guard-rail non consenziente che avrebbe ricevuto tre metri di fiancata, come fosse un bacio alla francese. VA BEH

Spain_-7

3)L’OSPITALITÀ DELLA GENTE 

Chiaro, dipende da dove vai; ma stai tranquillo che più la gente ti vede nel disagio, più le fai pena, più ti aiuterà e sarà gentile con te.

Spain_-12

4)FAI NUOVE ESPERIENZE CULINARIE

“Paese che vai, cibo che trovi”. Forse non era proprio così, ma facciamocela andare bene lo stesso. Il problema, però, non è quello che ti fanno mangiare dove vai, ma quello che ti mangi alle 2 di notte, dato che gli orari sono completamente sballati e dato che hai un compagno di viaggio scout. La sua merenda? I LIOFILIZZATI; elemento D.O.C. dell’avventuriero, perché la fame è fame e non guarda in faccia nessuno. Lo INGURGITA.

Spain_-11

5)LE COSE NON VANNO MAI COME LE PENSI

Puoi avere tutti i piani del mondo, ma sai già ancora prima di partire che non li rispetterai mai. Fidati, ascolta la pancia. Se a un certo punto l’istinto ti dice di seguire una stradina irta e proibitiva, fallo. Di solito quello che troveresti non lo avresti mai visto e nel 99% dei casi è una delle cose più belle del mondo. Sicuramente della vacanza.

Spain_-2

6)POTRESTI INVIARE IL CV ALLA NATIONAL GEOGRAPHIC

In una vacanza come questa vivi in maniera alternativa (vedi punto 4). Stare a contatto con la natura ti fa apprezzare quello che difficilmente potresti apprezzare in città. Soprattutto se hai come compagno di viaggio un fotografo che a fine vacanza ha riempito fino all’orlo le “ventordici” SD da 64Gb.

Spain -65

7) STACCHI COMPLETAMENTE LA SPINA 

Dopo un anno di studio, lavoro, cazzi vari e tanto stress, viaggiare ti fa dimenticare il resto. Il cellulare, compagno di viaggio di un anno intero e portatore di “sbatti”, non sai nemmeno cosa sia. Spegnilo e lascialo nel pulmino, tanto ci metterà solo qualche ora a diventare introvabile.
Spain_-3

8) SARÀ SICURAMENTE INDIMENTICABILE

I canti lirici nel viaggio, i bagni pubblici che diventano le tue terme, le spiagge incantevoli, i tramonti da ululato e tutto il resto. Non dimenticherai mai un singolo momento di un viaggio del genere.

Spain -7

Volete un consiglio? Ad Aprile guardatevi in faccia con i vostri amici e chiedetevi:

“Estate?”

“Boh, ovunque”

“Bene, ma dove?”

“Boh in giro.” “Ok”

“Come?”

“Ma sì, un modo lo troviamo.”

“I miei hanno un furgoncinoBINGO

 

Dimenticatevi di tutto e tutti e buon viaggio,