Ewan McGregor ed Ewen Bremner non hanno mai smesso di correre…

Il film Trainspotting di Danny Boyle, diventato un cult degli anni ‘90, torna con l’attesissimo sequel, tratto liberamente dal libro Porno di Irvine Welsh. In questi giorni sono finalmente trapelate le prime immagini dal set: la coppia di amici, Mark Renton e Spud, continua a correre tra le strade e i sobborghi di Edimburgo, esattamente come vent’anni fa. Nel 1996, un esile e rasato Ewan McGregor, correva lungo Princess Street ad Edimburgo, in fuga dalla polizia. Indimenticabile la scena iniziale, Lust For Life di Iggy Pop in sottofondo e il monologo: scegliete la vita! Vent’anni dopo, il regista sembra voler rendere omaggio a tale sequenza, in chiave moderna; ci si domanda solo, quale possa essere la futura colonna sonora.

13815052_10209071216992567_998751938_n

Le preghiere dei cultori sono state ascoltate. Da sempre, si è desiderata la realizzazione di un sequel, e finalmente il secondo capitolo di un film che ha fatto la storia, approderà nelle sale di tutto il mondo a febbraio 2017, a ventun anni dall’uscita della pellicola originale. Voci riguardo a un possibile seguito di Trainspotting, circolano dal lontano 2002, anno di uscita del romanzo Porno di Welsh, e nonostante una serie di ostacoli, la produzione ha finalmente iniziato le riprese. Vi sono diversi motivi per cui si è deciso di procrastinare la realizzazione del nuovo film, in particolar modo il diverbio tra il regista Danny Boyle, lo sceneggiatore John Hodge e il celebre attore Ewan McGregor, riguardo al casting del film The Beach; Boyle scelse Leonardo DiCaprio anziché il protagonista di Trainspotting, escludendo definitivamente McGregor dal cast. Un’altra difficoltà, riuscire a organizzare le riprese del film con quelle della serie tv Elementary, di cui Sick Boy, l’attore Jonny Lee Miller, è protagonista; impresa decisamente superata, almeno così sembra, dalle foto pubblicate direttamente da Miller su i suoi profili social.

Il regista Danny Boyle, ha organizzato il tutto in modo perfetto. In Trainspotting 2, ritroviamo a capo della sceneggiatura John Hodge e lo storico cast al completo: Ewan McGregor come Mark Renton e i suoi “cosiddetti amici“, immancabili le smorfie di Spud, interpretato dall’attore Ewen Bremner. Chissà se Sick Boy, l’attore Jonny Lee Miller, avrà ancora quel suo caschetto biondo ossigenato ed infine il fenomenale Robert Carlyle, nei panni dell’attaccabrighe Begbie. Nel sequel è confermata anche l’attrice Kelly MacDonald, ricordata nel ruolo della moglie di Colin Firth nel film Nanny McPhee – Tata Matilda, che in Trainspotting riprenderà il ruolo di Diane. Kevin McKidd è l’unico membro della scatenata banda di folli a non poter partecipare al secondo episodio di Trainspotting, poiché il suo personaggio Tommy è malamente scomparso nel primo film.

13817010_10209071217512580_859319299_n

Boyle ha deciso, ragionevolmente, di non utilizzare il nome del romanzo per il sequel, ma ha preferito optare semplicemente per T2. Chissà cosa accadrà a Renton e ai suoi cosiddetti amici, nella nuova pellicola. Sick Boy entrerà in affari nell’ambito della pornografia? Soprattutto, Begbie, con il suo immancabile baffo, si vendicherà appena uscito dal carcere? Non vediamo l’ora di sapere come andranno le cose, ma, in particolar modo, quale colonna sonora sarà scelta per rendere merito a un film, di tale seguito e importanza. Memorabili in Trainspotting: Perfect Day di Lou Reed, Mile End dei Pulp, Trainspotting dei Primal Scream e Born Slippy degli Underworld; una soundtrack originale difficile da battere, ma ormai da quel genio di Boyle ci si può aspettare di tutto.

Lizzy e Tommy: “Me o Iggy Pop, è il momento che tu ti decida – avevo già il biglietto del concerto, cosa dovevo scegliere”

 

https://m.youtube.com/watch?v=X-RvBFHaVqc