Di Simone Apicella

Ci si lamenta spesso della noia della provincia, della mancanza di eventi e delle scarse occasioni di socialità. Se per l’ultimo punto non c’è molto da fare – ahinoi provinciali! è così -, i primi due vengono spesso sonoramente smentiti. Come nel caso del territorio del lago di Como, su cui si estendono le provincie di Como e di Lecco. Come nel caso del Festival di Bellagio e del Lago di Como, una rassegna musicale che durerà tuta l’estate e che porterà la musica classica e da concerto in alcune delle location più esclusive e suggestive del lago. Il tutto ad ingresso completamente libero.

varenna_festival_3
Concerto della Bellagio Festival Orchestra a Villa Cipressi a Varenna, lo scorso giugno.

Tra gli artisti ospiti del Festival, che quest’anno è giunto alla sesta edizione, ci sono musicisti di fama internazionale. Artisti da Oscar, come il pianista e compositore argentino Luis Bacalov, che ricordiamo per la colonna sonora del film Il postino con Massimo Troisi, ma anche di Django. Ma anche autori che tutt’oggi sono considerati personaggi di spicco nella storia della musica, come il maestro ungherese Tamas Vasary. Si avrà l’occasione di ascoltare, del tutto gratuitamente, alcuni tra i più grandi concertisti italiani e rappresentanti delle maggiori istituzioni internazionali, quali l’Accademia Liszt di Budapest e le Università degli Stati Uniti. A organizzare il tutto, è la direttrice artistica Rossella Spinosa, anch’essa pianista e compositrice rinomata.

luis-bacalov-pianista-b
Il compositore Luis Bacalov

 

Se la musica investe il capitolo più importante nella proposta del Festival, di non minore interesse sono anche tutte le attività parallele che coinvolgono le altri arti. Ad esempio a Merate ogni giovedì di luglio sarà proiettato all’aperto un film di Alfred Hitchcock, nella rassegna cinematografica “Icone contemporanee” a lui dedicata. Il Festival, che verrà ospitato dai paesi di Bellagio, Varenna, Menaggio, Rezzago, Olgiate Molgora, Oggiono, Erba – per dirne alcuni -, offre una vasta gamma di spettacoli dedicati anche alle arti visive, con eventi di musica e pittura, esperienze di live painting, la visione di video di artisti che hanno creato immagini in sinergia con la musica. Oltre che, naturalmente, degustazioni, presentazioni, percorsi eno-gastronomici, cene di gala con chef d’eccezione nelle splendide ville del lago.

Il Festival di Bellagio e del Lago di Como è, infine, una vetrina internazionale per i giovani artisti. Sia attraverso le rassegne in collaborazione con Conservatori e Accademie di musica, ma anche grazie alle diverse competizioni e premi, quali il “Concorso internazionale d’esecuzione musicale per interpreti”, che si è concluso alla fine del mese scorso, e il “Premio Franz Liszt per Pianisti-Compositori”, che si terrà invece a fine agosto.

Insomma, questo Festival è un’occasione, soprattutto per chi volesse fare una gita fuori porta, di visitare una delle meravigliose location del lago di Como, ascoltando musica di grande qualità. Il tutto gratuitamente. Tenete d’cchio il programma!


Copertina

Immagine 1 (Foto dell’autore)

Immagine 2