Negli Stati Uniti è un successo ormai ben radicato, ma anche qui, in Italia, Snapchat sta iniziando a far parte della vita di tutti i giorni. O meglio, le nostre storie appartengono ormai a Snapchat.

É proprio così: le tracce della nostra vita sono un percorso di foto e video che tutti i nostri amici di Snapchat possono seguire, e queste si chiamano storie. Cosa lo distingue da Facebook è la sua memoria a breve termine: le foto e i video che vengono condivisi, detti Snap, si autodistruggono dopo 24 ore.

Inoltre, nei messaggi sulla chat privata con gli altri users, è possibile spedire foto o video che non durino più di pochi secondi. La fantasia si scatena in tutti i modi: si possono personalizzare i propri snap (tramite filtri, lenses, scritte, disegni, emoji) e per quei pochi attimi dopo che lo snap verrà visualizzato, gli interlocutori dovranno avere grande prontezza e dovranno, letteralmente, cogliere l’attimo con uno screenshot, che sarà segnalato tramite una notifica all’utente a cui è stato sgraffignato lo snap. Ed ecco del materiale da ricatto per i vostri amici!

C’è anche una sezione, Discover, che ci permette di essere informati riguardo a fatti d’attualità dal punto di vista degli users in tutto il mondo, tramite foto e video di diversi canali come National Geographic, CNN, MTV, Cosmopolitan, People, BuzzFeed, Vice e tanti altri.

Un’altra caratteristica particolare di Snapchat è la sua condizione di continua evoluzione: è molto più soggetta ad aggiornamenti degli altri social e i filtri, o le lenses, variano di giorno in giorno, evitando così una certa monotonia, ed eventualmente tornando in seguito.

snapchat-1357488_960_720

Ciò che è strano è l’atmosfera più intima che si instaura in questo social, rispetto agli altri. Il messaggio che si cancellerà in una giornata è di per sé già banale. È molto più spontaneo, immediato. Non si possono “apprezzare” gli snap tramite likes o reazioni, ed è anche questo che non ci limita nel caricare qualsiasi cosa, anche la più ridicola. Snapchat è utilizzato anche da molti personaggi famosi che caricano le loro storie e le condividono con i fans iscritti all’app; la loro vita è molto meno personale, ma ciò che li rende ancora più speciali è scoprire che molto cose nella loro vita non sono diverse dalle nostre. Sono molte le star da seguire che si divertono su Snapchat, tra i più attivi: Justin Bieber (rickthesizzler), Rihanna (rihanna), Ed Sheeran (teddysdaytoday), Lea Michele (msleamichele), Jennifer Lopez (jlobts), Jared Leto (jaredleto), Jessica Alba (jessicamalba), Lady Gaga (ladygaga), Guglielmo Scilla (guglielmoscilla) e tanti altri.

Nonostante la popolarità di quest’app, è evidente che la nostra vita sia sempre meno intima, sempre meno privata. La nostra quotidianità è aperta a tutti e non ci dispiace. È un fatto negativo? La maggior parte degli utenti è di giovane età. Sarà che la nuova generazione di adolescenti è ormai immersa nei social ed è naturale, per loro, condividere con chiunque la propria vita?

Credits: copertina, im1