Il MIFF AWARDS è un’opportunità per tutti coloro che si cimentano nel cinema indipendente, in special modo per i giovani. Un evento che può definirsi un ibrido tra il festival di Cannes e gli Oscar ma che ha caratteristiche uniche. Il primo è una vetrina internazionale con l’intento di proporre nuovi titoli, non ancora sul mercato, mentre il secondo, quando annuncia i candidati, presenta una serie di nomi, che siano di attori, registi o scenografi, relativi a film dell’anno precedente. Il MIFF ha scelto di utilizzare la selezione sui nomi rifacendosi all’evento degli Oscar basandosi però su film nuovi non ancora conosciuti, dando la possibilità agli artisti nominati di “spiccare il volo”. I giovani soprattutto hanno bisogno di essere visti, conosciuti e il MIFF offre loro questa possibilità. Un evento che vuole spostare l’attenzione sul singolo, sulla persona. La sedicesima edizione del Milan International Film Festival presenta una nuova categoria per il miglior film in lingua italiana, quest’anno vinta da Vieni a Vivere a Napoli. Questo sarà presentato a Los Angeles durante l’American Film Market. Inutile specificare l’opportunità spropositata che offre il MIFF, capace sempre di stupirci.

Il programma del MIFF 2016 sarà molto interessante e basato su problematiche sociali, che spesso non vengono prese in considerazione. I film presentati sono film di denuncia, portatori di ideali.

L’evento consisterà in cinque serate, nelle quali verranno programmati i film e i cortometraggi vincitori nell’Anteo spazioCinema a Milano.

Alle 19 gli ospiti verranno accolti  e ci sarà possibilità di fare un aperitivo, alle 20 inizieranno le proiezioni dei corti e alle 20.30 quelle dei film.

Mercoledì 29 giugno verrà mostrato su grande schermo il film Consumed, basato sulla riflessione riguardo gli OGM e i devastanti effetti che hanno su coloro che se ne cibano.

Mercoledì 6 luglio il film Despite the Falling Snow sarà protagonista della serata; vedremo l’adattamento di un romanzo che oscilla tra l’atmosfera dominante durante la Guerra fredda e quella contemporanea, tra Mosca e New York.

Mercoledì 13 luglio avremo occasione di ammirare Accused, capolavoro che presenta un tema forte e delicato. Tratta infatti della vita di Lucia De Berk, una storia travagliata piena di ingiustizie e soprusi.

Mercoledì 20 luglio assaporeremo un film di matrice diversa, Mothers and Daughters, nel quale ci verrà proposta una storia o meglio un intreccio di storie tra madri e figlie. Un film brioso e dinamico capace di coinvolgere e mai annoiare.

L’ultimo appuntamento sarà mercoledì 27 luglio dove ci verranno proposti un cortometraggio, un documentario e un film italiano. Il film è intitolato Il Nostro Ultimo e racconta una storia struggente ma allo stesso tempo ricca d’affetto e tenerezza. Due fratelli vogliono esaudire l’ultimo desiderio della loro madre, morta da poco, portandola al mare.

Il documentario The Challenge è molto interessante dal punto di vista umano e mostra come l’amore possa sconfiggere tutto, anche una malattia che sembra invincibile. Una riscossa, un padre che vuol fare vivere la vita al figlio, affetto dalla distrofia di Duchenne, fino all’ultimo.

Film da non perdere, appuntamenti importanti dove tutti avranno la possibilità di conoscere i filmmaker e di saperne di più su questi film, sul loro significato intrinseco e talvolta emblematico.


CREDITS

Copertina