“Mens sana in corpore sano”, si dice; a far suo questo detto è proprio il personal trainer Chris Powell, protagonista della trasmissione “Extreme make-over: diet edition” in onda su Real Time.

Ecco come funziona questo programma: viene presentata una persona in sovrappeso, che ha bisogno di rimettersi in forma e di cambiare le proprie abitudini alimentari. Chris allora organizza per lui o lei un allenamento che dura 365 giorni, in cui ogni tot mesi c’è un obiettivo da raggiungere in termini di perdita di peso; generalmente, prima della fine dell’anno chi si allena si sottopone anche ad interventi chirurgici per rimuovere la pelle e il grasso in eccesso.

Tutto questo è accompagnato da sorprese, confidenze e momenti emozionanti, in cui Chris si presenta non solo come un allenatore ma anche come un nuovo amico, disposto a premiare colui o colei che si affida a lui. Ora, insieme alla moglie Heidi Powell, conduce una nuova versione del programma, la Love Edition, in cui non c’è una sola persona che deve rimettersi in forma, ma una coppia: entrambi devono raggiungere gli obiettivi posti dagli allenatori in tempo per il giorno del matrimonio. Ma perché è interessante parlare di questa specifica trasmissione piuttosto che di qualunque altro programma di fitness?

Innanzitutto, basta guardare un episodio proprio per capire l’importanza del ruolo di Chris Powell: non è il solito personal trainer, che definisce una linea d’azione e stabilisce un nuovo regime alimentare per qualcuno. E’ anche e soprattutto un grande motivatore: promette e fa regali speciali ai suoi “pazienti”, lavorando su ciò che è importante per loro a livello affettivo e pratico, urla frasi incoraggianti durante gli esercizi e approfondisce la psiche di queste persone. In una puntata, dopo aver allenato e rimesso in forma una donna, lo vediamo accompagnarla all’altare il giorno delle nozze di lei, come fosse un caro amico di famiglia. Nella recentissima Love Edition, promette di comprare l’anello di fidanzamento a una coppia in procinto di sposarsi se raggiungeranno il loro obiettivo di perdere tot chili in tot settimane, e ovviamente mantiene questa promessa.

Non si tratta solo, quindi, di benessere fisico: ciò che viene proposto allo spettatore –oltre al racconto della vita personale del protagonista di turno, ovviamente contornata da lacrime e confessioni tipiche del genere factual– è qualcosa che parte da un lavoro sulla mente, dalla motivazione psichica ed emotiva. Vengono raccontati soprattutto i fatti più tragici e commoventi delle vite di queste persone, ma non solo per esigenze di spettacolo: soprattutto per far capire quanto il cambiamento fisico possa avvenire prima di tutto da una nuova disposizione mentale.

Chris non manca mai di ricordare a chi assiste, durante gli allenamenti, per chi o per cosa si sta lavorando, qual è la fonte principale di ispirazione di questo make-over: quando qualcuno sta per cedere, lui è lì a dargli una ragione per continuare. E, un anno dopo, lo spettatore si trova davanti a persone completamente trasformate, non solo dal punto di vista fisico: hanno nuovi modi di vivere la propria vita, nuovi modi di vedere le cose, nuovi obiettivi. La metamorfosi è radicale, totale e stravolgente.

Il fatto che ora Chris conduca il programma insieme alla moglie all’insegna del tema della coppia non è altro che un ulteriore ribadimento dell’importanza della motivazione: ci si rimette in forma non solo per la propria salute, ma anche per la persona che si ama. Ecco perché “Extreme make-over” è una trasmissione che merita attenzione: ci insegna che curare il proprio corpo non è un’impresa impossibile e non riguarda solo la fisicità e l’estetica, ma ogni aspetto del nostro essere, soprattutto la nostra mente.

Se lo vogliamo, lottiamo e l’otteniamo; cosa? Ce lo dimostra Chris Powell: qualunque cosa.