Grazie a “let’s rethink”, la città di Aarhus in Danimarca è riuscita a diventare Capitale Europea della Cultura 2017 e Regione Europea della gastronomia 2017. Dietro al moto c’è un profondo concetto di “ripensamento”, di trasformazione del territorio da ambiente a laboratorio culturale, all’interno del quale possono nascere nuove soluzioni per le sfide globali. La classifica “Best In Europe 2016”, pubblicata da Lonely Planet, ha incoronato Arhus come la seconda migliore destinazione europea. Aarhus è ricca di testimonianze culturali di un passato tipicamente nordico e di un presente proiettato ad un futuro ecosostenibile.  Geograficamente la città si trova nello Jutland centrale, circondata da spiagge, laghi, fiordi e boschi. Di particolare rilevanza culturale risultano alcuni musei tra i quali Jelling, sito patrimonio dell’Unesco che conserva le pietre runiche, colossali sassi con incisioni primitive. Il museo di Arte contemporanea Aros, insieme al Moesgard Museum, rappresentano una tappa fondamentale, in particolare il secondo sito culturale è la testimonianza di un florido passato del periodo vichingo. Al suo interno è possibile visitare tutti i manufatti artistici di quell’era. Il Moesgard Museum rappresenta a pieno titolo il concetto di “let’s rethink”: la struttura, pienamente inserita nel contesto naturale, dispone di un tetto ricoperto d’erba sopra al quale i visitatori possono ammirare la vista della foresta circostante. Come testimonianza ancora maggiore dell’attualità culturale, Aarhus dispone del Kvindemuseet cioè il Museo delle Donne. Quest’ultimo permette di mostrare l’importanza del ruolo storico che hanno avuto le donne. Den Gamle By invece è un museo a cielo aperto dove è possibile rivivere, grazie a dei figuranti, la vita urbana dal Settecento fino agli anni 70.  Da non perdere la biblioteca DOKK1.

Non di sola cultura si alimenta Aarhus; la stessa dispone di una zona shopping denominata “quartiere latino”. La città possiede un proprio aeroporto che la collega direttamente con la capitale danese, grazie ad un volo di circa 40 minuti (fonte flysas.com). Insieme ad Arhus anche Pafo (Cipro) è stata nominata Capitale Europea della Cultura 2017. Per chi fosse appassionato di storia vichingae, sono anche disponibili delle crociere in partenza da Copenhagen verso Hellesylt (Norvegia), Geiranger (Norvegia), Bergen (Norvegia), Kristiansand, Aarhus, Warnemünde (Rostock). Queste mete turistiche rapprensentano anche un tipo di turismo che vuole ricercare nel viaggio, oltre che la cultura, momenti di stretto contatto con la natura. I fiordi danesi, come quelli di Aarhus, rappresentano un vero e proprio territorio incontaminato dove recuperare un rapporto oltre che con se stessi anche con la terra, che troppo spesso viene categorizzata come elemento accessorio e non fondamentale.