di Mattia Corti

Quando parliamo di Protezione Civile, intendiamo tutti quei volontari, che si mettono a servizio della difesa e tutela della vita umana, dei beni, degli insediamenti, dell’ambiente da danni provocati da disastri naturali o incidenti di altra natura.

La protezione civile non è un compito assegnato a una singola amministrazione, ma è una funzione attribuita a un sistema complesso: il Servizio Nazionale della Protezione Civile. Istituito con la legge n. 225 del 1992, il Servizio Nazionale ha come sue componenti le amministrazioni centrali dello Stato, le Regioni e le Province Autonome, le Province, i Comuni e le Comunità montane.

La Protezione Civile opera a livello centrale, regionale e locale, nel rispetto di sussidiarietà.

Per la sua struttura il territorio italiano è soggetto a numerosi rischi come ad esempio quello idraulico o idrogeologico; la presenza di questi rischi rende quindi necessario che il servizio di Protezione Civile sia in grado di intervenire rapidamente in caso di emergenza ma anche di operare al fine di prevenire eventuali rischi e danni.

Durante un’emergenza, qualunque sia essa e qualunque sia l’estensione che occupa, la prima risposta deve essere garantita a livello comunale che quindi vedrà come primo responsabile di tutte le azioni e le scelte che dovrà prendere la Protezione Civile il Sindaco. Se l’emergenza dovesse occupare un’area di grande estensione, e quindi il Comune non fosse in grado di fronteggiare tale emergenza, entrano in gioco i livelli superiori che coordinano e mobilitano i soccorsi: questi livelli superiori sono la Provincia, la Regione fino allo Stato stesso.

La figura del volontario è un ruolo importante, se non ci fossero tutte queste persone nella Protezione Civile questo ente morirebbe; chi fa il volontario lo fa per soddisfazione personale, per orgoglio e per voglia di fare.

Durante il sisma dell’Aquila la Protezione civile ha svolto un ruolo importante, non nella ricerca di superstiti, ma soprattutto nella gestione dell’emergenza, nell’allestimento del campo emergenze, nel coordinare i lavori di supporto e nell’appoggio agli organi come i Vigili del Fuoco.

Spesso ci dimentichiamo di chi è e di cosa fa, spesso la Protezione Civile non sappiamo nemmeno cosa sia. Dobbiamo ringraziare tutti questi volontari che cercano di aiutare e si rendono disponibili per il prossimo. Forse noi tutti potremmo imparare qualcosa da loro.

Credits