di Isabella Poretti 

 Da quando Johnny Depp ha osato calcare il red carpet con una forma fisica diciamo non proprio ottimale, il mondo della moda e dello spettacolo non parla d’altro. Che ti è successo Johnny? Ma non ti vergogni, caro Depp? Sono le domande che più o meno ho letto maggiormente sui social network.

Parliamoci chiaro: siamo sempre stati intransigenti con le celebrity, appena ingrassano un tantino le nostre tastiere inquisitorie e velenose sono prontissime a sferrare la battuta acida o il commento derisorio e dispregiativo, sia che si tratti di uomini, sia che si tratti di donne.

Ma l’orribile verità, amici, è che le star sono esattamente come noi: dimagriscono, ingrassano (spesso anche per lavoro), invecchiano (anche se cercano di nasconderlo in malo modo con la complicità del chirurgo plastico). Ancora una volta la forma fisica si fa fulcro dei dibattiti nel mondo della moda.

Ormai abbiamo superato il taboo della modella oversize in passerella: l’abbiamo celebrata, elogiata, esasperata, l’abbiamo resa portatrice di nuovi valori, una giustiziera delle taglie zero.

Il mondo tuttavia non si è ancora reso conto di quanto l’ossessione per lo specchio non sia prerogativa unicamente femminile. Negli ultimi decenni la moda è diventata più severa con gli uomini (finalmente è toccato anche a loro!) imponendo loro canoni estetici ben precisi: corpi scolpiti, perfettamente depilati, senza un filo di grasso.

Sui cartelloni pubblicitari: Bronzi di Riace in giacca; dall’altra parte dello specchio: pancetta e camicie che cascano male.

Insomma, la bellezza standard non è cosa facile nessuno, l’ossessione per il corpo tocca anche gli uomini: è sufficiente entrare in palestra e guardare quanti ragazzi si ossessionano per i loro bicipiti non abbastanza grandi e per la “tartaruga” poco definita.

Secondo il The Guardian gli uomini oversize sarebbero più discriminati delle donne formose: infatti, secondo l’autrice Morwenna Ferrier, sarebbe impresa quasi impossibile trovare un modello che porti più di una taglia 52.

Presto a Londra si terrà la UK Plus Size Fashion Week e, nonostante il grande spessore dell’evento, gli uomini saranno praticamente esclusi dalle passerelle londinesi. Ma, proprio in questi giorni, le sorti dell’uomo taglia forte stanno cambiando: Josh Ostrovsky, star dell’account Instagram The Fat Jewish (ovvero “L’ebreo grasso” – 5,8 milioni di follower), è appena stato ingaggiato dall’agenzia One Management per presentare alla settimana della moda di New York “The Dad Fashion Show“: una collezione studiata su misura per gli uomini oversize.

The-Fat-JewishThe Fat Jewish

La lotta al pregiudizio non ha certo peso o sesso: è equo e giusto che il mercato della moda non si dimentichi della “fetta” dell’uomo sovrappeso senza però celebrarla fino all’esasperazione, promuovendo così un modello di salute insano e sgradevole.

crediti immagine, crediti immagine