di Luca Marzano

La nota band di Oxford ha deciso di cancellare ogni traccia di sé dal web e dai social network. Domenica sera, sulle note della loro famosa canzone How to disappear completely la pagina web ufficiale è stata offuscata e sono stati rimossi i vecchi post su Twitter e su Facebook. La foto profilo della band è stata sostituita con una foto bianca che in pochi giorni ha collezionato oltre 60000 like e più di 4000 condivisioni, insomma se l’obiettivo era cadere nell’oblio, i risultati sono stati piuttosto deludenti. La notizia dell’abbandono del web da parte dei Radiohead è infatti rimbalzata fra i vari media e la reazione è stata che ovunque, sul web e altrove, tutti hanno iniziato a parlare della loro assenza.

A qualcuno, questa scelta potrebbe sembrare un’operazione di marketing e di fatto è proprio così. A grande sorpresa, quando la notizia dell’abbandono del web era ormai sulle bocche di tutti, è stato lanciato Burn the witch il nuovo singolo che in un solo giorno è stato visualizzato su Youtube da più di 5 milioni di persone.

Certo, questa immagine non è particolarmente poetica e infatti su internet in molti si sono sentiti in dovere di trovare dei significati retorici a questo gesto, cercando di vedere dei messaggi di critica verso i social network e verso il mondo della comunicazione in generale.

Radiohead

Del resto i Radiohead non sono nuovi a questo tipo di strategie imprenditoriali, nel 2007 pubblicarono in streaming il singolo In Rainbows con download ad offerta libera e riuscirono a vendere più di un milione di copie solo nel primo anno, ottenendo un ritorno notevole in termini di visibilità.

Operazioni di marketing a parte, eliminare tutte le tracce della propria presenza sui social network e sul web è ormai diventata un’impresa particolarmente ardua e chi lo fa per necessità è costretto ad affidarsi ad aziende che si occupano di reputazione online.

Alcune app riescono a cancellare velocemente i nostri tweet ed un’estensione di Chrome riesce a far sparire da Facebook i nostri post, ma il vero problema sorge quando si cerca di cancellare contenuti presenti sul web, poiché esiste Internet Archive, un sistema informatico che dal 2006 fotografa campioni rappresentativi del web. Non ci resta che rassegnarci, ciò che viene messo sul web rimane sul web per sempre.

 

 

Credits: Kollision – Photomontage, created by Kollision from:Image:Thom Yorke (Amsterdam).jpg by Michell ZappaImage:CGreenwood2006-06Radiohead.jpg by Jesse Aaron SafirImage:Jonny Greenwood (Amsterdam).jpg by Michell ZappaImage:Radiohead in amsterdam.jpg by Michell ZappaImage:Phil Selway.jpg by Michell Zappa, CC BY-SA 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3232309, michell zappa (Flickr) [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons