Mirò disse:

“Il nero mi ossessiona, non esiste altro colore
con così tante qualità e sfumature,
è il paradiso della pittura, è l’inizio e la fine.”

Mi piacerebbe intingere le dita in un barattolo di pittura nera
e passare le mie piccole dita su un foglio immenso,
scrivere una poesia con le dita.
Il nero è poetico.
Il nero è mistero.

Voglio esser un mistero. Voglio esser una poesia.
Nero come il cielo di Milano. Nero come l’umore, nero.
Il bianco non è duraturo. Il nero sì.
La musica va mentre scrivo, la band “l’Orso” canta:
“Non ho paura del tuo buio, il buio è soltanto un colore,
ho paura dell’amore, che è pieno di sfumature.”
Il nero è elegante. Il nero sei tu. Il nero sono io.
Il nero contiene tutto. Il nero è un rifugio perfetto.
Tutto è più chiaro quando è tutto nero su bianco.
Il nero non è un colore infelice. Il nero mi rende felice,
perchè è lo stesso nero che utilizzo per scrivere sul bianco.

Se dovessi immaginare una parte interna, dentro di me,
in cui si racchiude tutto quanto, sarebbe nera.
Nero come gli occhi profondi delle persone, con gli occhi neri.
Un mistero si cela negli occhi neri delle persone.
Un mistero che voglio scoprire.
Voglio vivere una vita in bianco e nero. Fatto di pellicole, in bianco e nero
E di emozioni in bianco e nero. Il nero non è solo un colore.
Baricco dice:
“A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note. E le emozioni.”

Il nero, non è sempre un colore nero.

 

Credit