Quando si parla dell’Olanda, la prima cosa che viene alla mente è la sua famosissima capitale, Amsterdam. Ma l’Olanda è in grado di offrire anche località turistiche lontane dal caos cittadino .

E’ il caso del parco primaverile Keukenhof, aperto dal 24 marzo al 16 maggio, situato a 35 km da Amsterdam nell’Olanda Meridionale.

Il parco è sicuramente una delle destinazioni più pittoresche e suggestive a livello europeo. Keukenhof dispone di 32 ettari e detiene il record mondiale del più grande parco di fiori a bulbo. Questo immenso giardino è composto da 4 milioni di tulipani, giacinti e narcisi, piantati ogni anno secondo temi diversi (il tema di quest’anni è il Secolo d’Oro olandese). Inoltre, nel parco, vi sono ben 2500 alberi divisi in 87 specie diverse, canali, laghi, mulini a vento e numerose sculture che fanno di Keukenhof un museo a cielo aperto.image

Simbolo della cultura olandese, nonché di quella europea, è la piccola città di Leida, situata nella provincia dell’Olanda meridionale. La città cominciò a fiorire economicamente nel 1100 quando venne conquistata dal conte d’Olanda Fiorenzo II che iniziò a far crescere la zona edificata. Leida dispone di ben 13 musei e dal 1990 ha intrapreso un progetto ambizioso che consiste nello scrivere sulle pareti delle case del centro storico i versi delle poesie di autori come Shakespeare. L’università di Leida risale al 1575 e venne fondata da Guglielmo I d’Orange.

Sempre nella parte Meridionale dell’Olanda, troviamo una piccola città a misura d’uomo: Delft. Città da oltre 750 anni, ha visto passare molti personaggi di lustro tra cui artisti come Rembrandt e Vermeer. La città è famosa per le sue maioliche, le ceramiche di Delft. Questo prodotto risale al 1600 e ancora ad oggi rappresentano un valore economico importante.

All’ultimo posto, non per ordine d’importanza, troviamo Den Bosch (‘s-Hertogenbosch). La città si trova nella zona sud, nella provincia del Brabante Settentrionale. Den Bosch, è la massima rappresentazione dello stile gotico brabantino. Questo ultimo è espresso nella cattedrale di San Giovanni, risalente al XIII secolo. Rispetto a Delft, detiene lo status di città dal 1185 e ancora oggi sono visibili i segni di una città che, commercialmente, ha mantenuto una posizione di primate.

Come si legge dal quotidiano Guida Viaggi, nel 2015 gli Italiani sono stati al sesto posto per presenza straniera in Olanda.

Sono destinazioni facilmente raggiungibili dall’Italia. Arrivati all’aeroporto internazionale di Amsterdam, sarà possibile prendere il treno e raggiungere queste piccole città, culle di una cultura europea che non conosce tramonto.

COME RAGGIUNGERE L’OLANDA:

VOLI: di linea o low cost dai principali scali italiani.

AUTO: MILANO – DELFT 1254 KM

TRENI: non è molto conveniente per via degli innumerevoli cambi, ad ogni modo da Milano è possibile prendere il treno per Basilea o Colonia, successivamente quello per Amsterdam. Da quest’ultima città si prendono i treni regionali per la città prescelta.

Credits:

Copertina

Immagine 1