13 novembre 2018

Parlare di moda a basso costo adesso si può, anche in Italia!

di Clara Incerpi

Qualsiasi ragazza, a volte anche qualche ragazzo, viaggiando per il mondo si sarà sicuramente imbattuto in questa catena: Primark è un’azienda irlandese specializzata nella vendita di abbigliamento e appartiene alla Associated British Foods. Opera in vari paesi del mondo, ma nessuno avrebbe mai sperato realmente che arrivasse anche a casa nostra, invece così sarà! Il 14 aprile verrà inaugurato presso l’Arese Shopping Center di Milano il nuovo centro, che porterà lo stile unico di questo brand finalmente anche in Italia. Il primo negozio venne aperto da Arthur Ryan nel giugno 1969, e da quel momento in poi Primark è stato detentore di successi. Si è successivamente espanso prima nel Regno Unito, e dopo in tutto il resto del mondo. Ormai si sa, noi ragazzi cerchiamo questo: il bello economico. Non per altro catene come H&M o Zara riscuotono così tanto successo. Ecco, immaginatene una che, a prezzi ancor più bassi, produce cose altrettanto carine; è così spiegata la riuscita di questa azienda. Vestiti, accessori alla portata di tutti: da magliette estive a cappotti invernali, borse o scarpe, da Primark puoi trovare tutto ciò che ti occorre.

Per l’occasione, abbiamo avuto modo di parlare con Alessandro, un giovane ragazzo toscano appena assunto dall’azienda e che a breve si trasferirà a Milano per iniziare a lavorarvi.

Ecco le domande che gli abbiamo posto e ciò che ci ha raccontato della sua esperienza:

Come hai saputo dell’apertura di Primark? E delle molteplici assunzioni?

Del fenomeno “Primark” ne parlavano in tanti da tanto (scusatemi il gioco di parole). Era attesissimo, e forse non me ne vengono in mente altri per i quali la gente potesse bramare l’apertura! Un giorno provai ad allargare il raggio di zona per quanto riguarda la ricerca del lavoro, poiché mi resi conto che ad oggi è difficile soddisfare i propri desideri anche in ambito lavorativo; per cui digitai su internet: “lavoro Milano” e… Boooom, un’infinità di offerte ed opportunità lavorative mai viste prima (almeno non qua, dalle mie parti!). Così tra le tante, mi rientrò nell’occhio una nuova apertura inerente ad un centro commerciale, nonché quello che tra poche settimane verrà inaugurato come Arese Shopping Center. Tra i duecento e passa negozi feci domanda solo ed esclusivamente per Primark, vista anche la mia precedente esperienza da H&M! Solo dopo in realtà, quando mi chiamarono per la prima volta, ho saputo delle oltre quattrocento assunzioni che sinceramente non credevo possibili in un solo negozio.

Come mai ti sei interessato a questa azienda, cosa ne pensi del brand?

Beh, diciamocelo! Primark è un negozio fantastico dove chiunque, secondo me, è in grado di acquistare qualcosa. Al momento è l’unico che può scalare la “classifica” dei già esistenti marchi, dati i suoi prezzi super competitivi. Sicuramente in negozi come Zara, Bershka, H&M, Mango, ci sarà un calo decisamente importante in termini di introiti in quanto le persone preferiranno, sì la moda “fashion”, ma vedranno anche la differenza enorme dei prezzi di Primark.

Sarai un toscano trasferitosi a Milano, quindi pensi ne valga la pena per una catena del genere? Come mai?

Posso dirti con certezza che sicuramente, comunque vada, sarà un’ottima esperienza personale e professionale che mi porterà a maturare più di quanto non lo sia già, nonostante abbia tutti i cari in Toscana e non sia per niente facile lasciarli! A mente fredda ti dico “certo che ne vale la pena, sai in quanti vorrebbero essere al mio posto?”. Fortunatamente ho un padre e una madre che mi sostengono in tutte le scelte che prendo, seppure un po’ sofferenti! In più penso che partire da zero significhi conoscerci dal primo giorno senza magari entrare a far parte di un team già formato ed essere, a mio parere, “svantaggiati”, perché non si conoscono i colleghi o i supervisor o gli store manager che magari potrebbero avere qualche preferenza o simpatia. E poi per il nuovo arrivato si sa come funziona!

La conoscevi già? Avevi mai acquistato qualche prodotto?

Certo! Nel lontano 2011 feci un gemellaggio con la Scozia di una settimana con l’ITC Francesco Forti (il mio istituto). La prima volta lo vidi appunto lì e me ne innamorai fin da subito. Qualche prodotto? Riportai a casa mezzo armadio! Non sapevo vendessero capi di abbigliamento a prezzi bassissimi (e a mio avviso carini e alla moda), così ne approfittai, dato che se avessi voluto acquistare in Italia avrei dovuto aspettare altri cinque anni!

Cosa ti aspetti da questa nuova esperienza a cui andrai incontro?

Mi aspetto tanto, se proprio devo dirtela tutta. Innanzitutto perché inizio una nuova vita e una nuova avventura, che per me è una cosa importante. Poi riconosco che non sarà per niente facile il primo periodo, perché sicuramente avrò la testa ed il pensiero a tutti coloro con cui in Toscana ho condiviso un pezzo del mio cuore. Pensando in positivo credo di crescere in tutto e per tutto; conoscerò tantissime persone (almeno spero) e mi aspetto di diventare qualcosa di più di un semplice Retail Assistant, parlando in termini lavorativi. Magari un giorno il contratto si trasformerà e diventerò un Supervisor, alla fine è quello a cui ambisco da quando ho conosciuto il mondo della Grande Distribuzione Organizzata, meglio conosciuta con il nome GDO! Chissà se magari un giorno Milano diverrà la mia seconda città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: