Di Elisabetta Stringhi

In vista di un San Valentino che cade proprio durante la sessione di esami, perché non farsi due risate su qualche espressione “legalese” inaspettatamente romantica e maliziosa?

Anche se a un primo approccio potrebbe far vertiginosamente calare la libido e reprimere ogni forma di affettività e di desiderio in realtà, a dispetto delle apparenze, il linguaggio giuridico può celare concetti inaspettatamente romantici e poetici. Da non crederci, vero? Ecco le più incredibili e improbabili dichiarazioni d’amore degli studenti di giurisprudenza che si possono ascoltare tra un salto d’appello e l’altro.

“Caro/a, sei il mio bene infungibile”:

Con cosa infungibile si intende il bene prodotto in un esemplare unico, o l’originale di un’opera d’arte non multiplo, o ancora un bene usato. A differenza di un bene fungibile o di genere, non può essere usato in sostituzione di un altro, non è lo stesso ai fini dell’utilizzazione. Fuor di metafora giuridica, è insostituibile, e sentirsi dire di essere insostituibili, anche se con una stupida definizione e sotto stress da esami, fa sempre piacere.

“Ti ho usucapito/a, ora sei mio/a”:

Derivante dal diritto romano, l’usucapione è un modo di acquisto della proprietà basato sul perdurare del possesso di un bene per un determinato periodo di tempo – ad esempio, 20 anni per i beni immobili. Il possessore non proprietario acquista la proprietà sulla cosa, il proprietario non possessore la perde.

L’usucapione in fondo è un concetto molto romantico, si entra nel pieno possesso della cosa di cui ci si è presi cura dopo tanto tempo, no?”.

Certo, ma se non vi sembra di appartenere alla prima categoria di cui sopra, occhio: qualcuno sta dando attenzioni al/alla vostro/a partner in questo momento?

Simul stabunt vel simul cadent”:

Purtroppo non è una formula magica degna di Harry Potter, ma un’espressione latina che significa: “insieme staranno o insieme cadranno”. Oggi nel diritto Costituzionale indica le dimissioni della Giunta e lo scioglimento del Consiglio regionale in caso di sfiducia, rimozione, impedimento permanente, morte o dimissioni del presidente della Giunta regionale eletto con suffragio universale diretto. Trattasi di sicuro di un’impegnativa dichiarazione d’amore, consigliata a tutti gli inguaribili romantici e malati di diritto.

Di sicuro la maggioranza dei lettori, formata in prevalenza da studenti di giurisprudenza frustrati sessualmen… mentalmente, mentalmente!, ha proseguito nella lettura solo per crogiolarsi nella malizia di un linguaggio loro ancora oscuro, criptico, indecifrabile. Continui solo chi abbia conseguito la capacità d’agire e sia ancora dotato di quella di intendere e di volere.

Diritti personali di godimento:

Sono diritti di credito in cui il debitore, nell’adempiere al proprio obbligo, concede l’uso di una cosa, come per esempio nella locazione. Di sicuro il concetto, se comparato ai termini, risulta molto poco malizioso…

Contratto preliminare: 

E’ il patto stipulato dalle parti che si impegnano a concludere un futuro accordo… Per il resto, il termine parla da sé!

Rapporto giuridico: 

E’ la relazione che si instaura tra il titolare di un interesse giuridicamente tutelato, il soggetto attivo, e chi è tenuto a realizzarlo o rispettarlo, il soggetto passivo del rapporto. Naturalmente, se protetto è meglio!