Di Fatima Ismaeil

E’ ripartita con successo la rassegna fotografica “Fotografia Europea“, promossa dal Comune di Reggio Emilia; giunta ormai alla sua decima edizione, FE si riqualifica kermesse culturale dal respiro internazionale, riflessione socialmente profusa da una comunità umana fortemente globalizzata recante in se stessa l’esigenza tanto di esprimersi quanto comprendersi  attraverso il filtro dei linguaggi fotografici contemporanei.  “Effetto Terra”, questo il motivo conduttore scelto quest’anno dai curatori dell’evento, Diane Dufour, direttrice Le Bal, Parigi, Elio Grazioli, Università degli Studi di Bergamo e Walter Guadagnini, Accademia delle Belle Arti di Bologna, in una chiara ripresa delle tematiche Expo 2015.

Le giornate inaugurali, 17 maggio, hanno offerto ai visitatori, come d’abitudine, visite guidate, installazioni, proiezioni, spettacoli, workshop, nonchè tavole rotonde ospitanti autorevoli firme della Fotografia nazionale e europea: gli artisti Sarah Moon (presentazione del libro “Inverno a Reggio Emilia”, silvana editoriale, 2015), Enrico Bedolo, Pierluigi Fresia, Mishka Henner, Carlo Valsecchi, Helmut Volter, Gigliola Foschi, Olivo Barbieri, Bruno Pulici, Daniele Lisi, Erik Kessels, Joan Fontcuberta, Jules Spinatsch, Alessandra Calò, Luca Gilli, Riccardo Schwamenthal, Marcello Grassi, la giornalista e co-direttrice della Scuola di Fotografia Contemporanea dell’ ISFI di Roma, Irene Alison, la curatrice del Festival del la Jeune Photographie Europeenne Circulations, Carine Dolek, il segretario del GAi, Associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani, Luigi Ratclif, il curatore di Giovane Fotografia Italiana, Daniele De Luigi e i professionisti di Noor, agenzia fotografica di fama internazionale, Nina Berman, Pep Bonet, Andrea Bruce, Alixandra Fazzina, Stanley Greene, Yuri Kozyrev, Benedicte Kurzen, Sebastian Liste, Kadir van Lohuizen, Jon Lowenstein, Asim Rafiqui, Francesco Zizola.

FE si articolerà, come per le precedenti edizioni, attraverso le installazioni poste nei meandri più caratteristici e suggestivi della città (Biblioteca Panizzi, Chiostri di San Domenico, Chostri di San Pietro, Sinagoga, Spazio Gerra, Galleria Parmeggiani, Museo dei frati cappuccini, Palazzo Da Mosto, Palazzo dei Musei), risultata, nella sua pienezza, così praticamente coinvolta nella realizzazione dell’evento. Merita di essere segnalato, infine, il Circuito Off della rassegna, sezione libera e indipendente che vede protagonista il tessuto fotografico amatoriale cittadino. L’evento si concluderà il 26 luglio 2015.

 

CREDITS

Copertina